/* */ */

Licenza investigativa: ecco come fare per ottenerla

fedele-blog-10

 

La licenza investigativa è il documento fondamentale per poter operare nel settore investigazioni con legittima autorizzazione da parte delle autorità competenti. Come fare per ottenerla? La domanda per il rilascio della licenza di investigatore privato deve essere inviata alla prefettura, presso l'ufficio competente, secondo quanto prescrive il Decreto Ministeriale 269/2010, il quale distingue nettamente l'attività di investigatore privato da quella di informazioni commerciali, individuando le varie tipologie di indagine. La licenza investigativa ha durata triennale, e abilita alla conduzione di uno studio di investigazioni private: vediamo insieme quali sono i requisiti investigatore privato necessari per ottenere la licenza.

Prima di richiedere la licenza investigativa

Prima di richiedere e ottenere la licenza investigazioni dal prefetto, bisogna dimostrare di avere alcuni requisiti di base che permettano di ottenere il titolo di investigatore privato, e quindi di poter aprire una propria agenzia e lavorare in maniera indipendente con personale qualificato. I requisiti per ottenere la licenza investigativa sono:

  • Aver conseguito una laurea triennale in scienze politiche, giurisprudenza o altra facoltà equipollente
  • Aver svolto un corso di perfezionamento in ambito teorico e pratico
  • Aver lavorato per almeno tre anni in un'agenzia investigativa
  • Non aver riportato condanne penali per delitti non colposi, per delitti contro la personalità dello stato o contro l'ordine pubblico e non essere stati sottoposti a misure di sicurezza personale

Sulla scorta di questi criteri è possibile avanzare domanda per la licenza investigativa, altrimenti detta licenza di Pubblica Sicurezza, alla prefettura territorialmente competente. Segnaliamo che in diverse università italiane è stato istituito il corso di laurea in Scienze dell'Investigazione, che facilita il percorso che porta a diventare un investigatore privato professionista. I corsi di perfezionamento devono essere organizzati da strutture universitarie o da centri di formazione professionale riconosciuti dalle Regioni e accreditati presso il Ministero dell'Interno, mentre il periodo di praticantanto deve essere svolto in agenzie investigative autorizzate da almeno cinque anni, in costanza di rapporto di lavoro dipendente e con esito positivo al termine del suddetto periodo debitamente attestato.

Domanda di licenza investigativa, come fare

Chi può richiedere la licenza investigatore privato? La domanda per ottenere il rilascio della licenza investigativa deve essere sottoscritta dal titolare dell'impresa individuale che richiede il rilascio dell'autorizzazione, oppure dal legale rappresentante, ove trattasi di società. Ricordiamo che la licenza investigativa ha carattere rigorosamente personale, pertanto viene considerato il detentore della licenza il soggetto titolare dei poteri di direzione e gestione dell'attività, che si tratti di imprenditore, nel caso di impresa individuale, o rappresentante legale nel caso di impresa societaria.

Vediamo adesso come fare la domanda di licenza investigativa: tutta la documentazione richiesta deve essere allegata insieme al progetto organizzativo, e presentata direttamente in sede prefettizia o inviata alla stessa, mediante raccomandata con avviso di ricevimento, ove l'istituto di investigazioni ha eletto la sede principale. La documentazione richiesta per il rilascio della licenza investigativa prevede:

  • Istanza di autorizzazione con marca da bollo da € 16,00
  • Dichiarazione sostitutiva di certificazione sottoscritta dall'interessato che attesta la cittadinanza, il luogo e la data di nascita, la residenza e la posizione riguardo gli obblighi militari
  • Tabella delle operazioni che si intendono compiere con le relative tariffe da indicare nella misura massima, in duplice copia
  • Iscrizione nel Registro Imprese della C.C.I.A.A.
  • Documentazione relativa alla sede indicata nel progetto organizzativo, concernente contratto di locazione o titolo di proprietà dei locali (duplice copia), planimetria dei locali ad uso ufficio (duplice copia), relazione tecnico-descrittiva dei locali ad uso ufficio, redatta da un tecnico iscritto all'albo

Se a fare domanda di licenza investigativa è una società deve essere prodotta una documentazione aggiuntiva, che comprende copia conforme del verbale dell'Assemblea dei soci concernente la nomina del Consiglio di Amministrazione della società, ed anche dell'atto costitutivo e dello statuto della società.
Contattaci per ulteriori informazioni

Connect